Annunci

Aspettando l'atterraggio di Luca, Karen e Fyodor
Questa notte, alle ore 23:26:00 GMT (ora di Greenwich, le 00:26:00 italiane di lunedì 11 novembre 2013) verrà inviato il comando di sgancio della Soyuz dalla ISS per iniziare le procedure di rientro verso la Terra dei tre Astronauti tra cui c'è il nostro Luca Parmitano dopo un soggiorno di sei mesi nella Stazione Spaziale Internazionale.
A questo link, Samantha Cristoforetti, l'altra astronauta italiana che partirà il prossimo anno verso la Stazione spaziale, spiega dettagliatamente come avverrà il processo di discesa con tutte le manovre che verranno effettuate manualmente o in automatico:
 
Home arrow Notizie arrow Ultime arrow PAOLO NESPOLI: astronauta italiano RIENTRATO! arrow Notizie arrow Ultime 
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Lista Articoli Notizie Ultime

Cerca per tag : ISS astronauta stazione spaziale, Pianeti, Venere, Sole


PAOLO NESPOLI: astronauta italiano RIENTRATO! PDF Stampa E-mail

Rating 2.5/5 (11 votes)

Questa notte, martedì 23 maggio ora locale alle ore 4:02 circa, Paolo Nespoli è atterrato in Kazakhstan con la Soyuz insieme ai colleghi Dmitry Kondratyev e Cady Coleman dopo sei mesi di permanenza all'interno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e dopo aver svolto il programma previsto.
Noi lo ringraziamo non solo per i contatti che ha avuto con noi, da non dimenticare la cortesia usataci durante il contatto con l'ITIS di Fermo il giorno 12 maggio quando inaspettatamente ci ha offerto la successiva orbita e con le scuole primarie di Fermo Tirassegno e di Montecosaro, ma soprattutto per i tantissimi contatti a cui si è sottoposto con abnegazione soddisfacendo le richieste delle scuole italiane e straniere battendo ogni record.
Grazie Paolo.
Noi lo aspettiamo qui a Fermo. Ce l'ha promesso e speriamo che i suoi impegni primari... non impediscano questo nostro e suo desiderio di continuare il dialogo appena iniziato.
Comunque vada grazie di tutto...

Paolo Angelo Nespoli
Astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea


DATI PERSONALI: Nato il 6 aprile 1957 a Milano, Italia è cresciuto a Verano Brianza, nel nord Italia. E' sposato con Alexandra Ryabova e ha una figlia meravigliosa. Gli hobby Paolo sono le immersioni subacquee, pilotare aerei, fare fotografie, costruire apparecchiature elettroniche e software per computer.

ISTRUZIONE: Ha ricevuto un Bachelor of Science in Ingegneria Aerospaziale nel 1988 e un Master of Science in Aeronautica e Astronautica nel 1989 presso il Politecnico di New York. Premiato con la Laurea in Ingegneria Meccanica dall'Università degli Studi di Firenze, in Italia, nel 1990.

L'equipaggio completo che accompagnerà Paolo Nespoli

Guarda il video della partenza:

TITOLI E LICENZE: Civili: ingegnere professionista, pilota privato con abilitazione al volo strumentale, sub avanzato, sommozzatore e Nitrox. Militari: Major (Esercito Italiano Reserve), paracadutista maestro, istruttore paracadutista, maestro di salto, apertura a bassa quota e operatore di Special Forces.

PREMI E RICONOSCIMENTI SPECIALI: 2007 NASA Spaceflight Medal, 2007 Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana, 2009 Cavaliere dell'Ordine della Stella della Solidarietà Italiana.

ESPERIENZA: Nespoli è stato incorporato nell'esercito italiano nel 1977 come sottufficiale istruttore di paracadutismo presso la Scuola Militare di paracadutismo di Pisa. Nel 1980 ha aderito al 9° Btg d'Assalto "Col Moschin" di Livorno dove divenne un operatore delle Forze Speciali. Dal 1982 al 1984 è stato assegnato al contingente italiano della Forza Multinazionale di Pace a Beirut, in Libano. Dopo il suo ritorno in Italia, è stato nominato ufficiale. Ha lasciato servizio attivo nell'esercito nel 1987.

Nespoli ha ripreso gli studi universitari nel 1985. Dopo aver completato la sua laurea nel 1989, tornò in Italia per lavorare come ingegnere progettista alla Proel Tecnologie di Firenze, come ingegnere di progettazione e test di qualificate attrezzature spaziali ed esperimenti.

Nel 1991, entra a far parte di ESA European Astronaut Centre di Colonia, in Germania. In qualità di ingegnere per la formazione degli astronauti ha contribuito alla preparazione e attuazione della formazione di base degli astronauti europei ed è stato responsabile della preparazione e della gestione del mantenimento delle competenze degli astronauti e la creazione di un Astronaut Training Database.

Nel 1995, è stato assegnato al progetto EuroMir presso lo stabilimento ESTEC dell'ESA, a Noordwijk, Paesi Bassi, dove era responsabile per il team che ha preparato, integrato e supportato il Payload and Crew Support Computer utilizzato sulla stazione spaziale russa Mir.

Nel 1996 è stato assegnato al NASA Johnson Space Center di Houston, in Texas, dove ha lavorato nella Spaceflight Training Division per la preparazione della formazione per gli equipaggi a terra e in orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

Nel luglio 1998 è stato selezionato come astronauta dall'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e, un mese più tardi, si è iscritto al corpo europeo degli astronauti dell'ESA, la cui casa base è l'European Astronaut Centre (EAC) di Colonia in Germania.

Nel mese di agosto 1998, è stato assegnato al NASA Johnson Space Center di Houston, Texas, e assegnato alla classe XVII della NASA Astronaut. Nel 2000 ha conseguito le qualificazioni di base per essere assegnato a una missione sullo Space Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale. Nel luglio 2001 ha completato con successo il corso per il funzionamento del braccio robotico dello Shuttle e, nel settembre 2003, ha completato le attività extra veicolari avanzate di formazione delle competenze.

Nel mese di agosto 2004 è stato temporaneamente assegnato al Gagarin Cosmonaut Training Center di Star City, Mosca, Russia, dove ha seguito la formazione iniziale per la navicella Soyuz. Tornato nell'ufficio astronauti della NASA al Johnson Space Center, Houston, Nespoli ha seguito la formazione mantenere i titoli acquisiti, nonché partecipare a corsi avanzati. Inoltre, ha svolto compiti di supporto tecnico per la NASA, l'ESA e l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Nel giugno 2006, Nespoli è stato assegnato all'equipaggio della missione STS-120, una missione di assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). STS-120 lanciato dal Kennedy Space Center il 23 ottobre 2007. Durante la missione il Nodo 2 "Harmony" di costruzione italiana è stata agganciato alla Stazione Spaziale Internazionale. Questo elemento ha aperto la possibilità a futuri laboratori internazionali di essere aggiunti alla stazione. Inoltre, il pannello solare P6 è stato trasferito da Z1 traliccio alla fine del lato sinistro del traliccio. STS-120, è atterrato al Kennedy Space Center in Florida, il 7 novembre 2007. La missione è stata compiuta in 238 orbite, percorrendo 6,2 milioni miglia in 15 giorni, 2 ore e 23 minuti.

Nel dicembre 2008, Nespoli è stato assegnato alla Spedizione 26/27, una missione di lunga durata per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La spedizione è prevista con partenza da Baikonur Space Center in Kazakistan nel dicembre 2010, con il razzo spaziale russo Soyuz TMA-20, per il quale Nespoli è ingegnere di volo. Nespoli e i suoi due compagni di equipaggio Soyuz si uniranno ad altri tre membri dell'equipaggio a bordo della ISS e durante il loro tour di sei mesi di servizio nello spazio continueranno la costruzione della Stazione Spaziale, il mantenimento. Effettuerà esperimenti scientifici e tecnologici ed attività educative. Il ritorno sulla Terra di Expedition 26/27 è prevista per maggio 2011 nella steppa del Kazakistan.
Articoli correlati

 
© 2017 i6kzr
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.